home

documenti

11.07.2014 Comunicato congiunto con Legambiente

Con riferimento al risultato del tavolo di partecipazione per la variante al PGT relativo all’ambito 1 (zona Annunciata, Cardinala, area umida, Naviglio Grande, BCS), le associazioni Humus in Fabula e Legambiente Terre di Parchi desiderano fare un po’ di chiarezza rispetto a quanto viene riportato sui giornali da parte di una sola fonte.
Pur avendo partecipato a tutti gli incontri, apprendono infatti solo dalla stampa che BCS vorrebbe proporre un progetto che prevede cinque edifici commerciali per un totale di 7,5 mila mq lungo la via Paolo VI. Questa notizia preoccupa molto sia nei fatti, per l’ennesimo progetto di cementificazione che grava su quell’area (oltre a quello del centro commerciale al posto dell’area umida e allo scongiurato lotto di quattro palazzine residenziali lungo la ferrovia), sia nel metodo perché presentata al tavolo parzialmente esponendo solo un’ipotetica idea di punti di ristorazione o vendita diretta di prodotti locali con l’unica finalità di generare dei ricavi.
L’oggetto dei tavoli, come chiarito dall’amministrazione, è stata la costruzione di scenari di indirizzo per il nuovo Documento di Piano del nuovo Piano di Governo del Territorio. E infatti sono state fatte numerose proposte per valorizzare il territorio in termini turistici e di agricoltura di qualità anche come possibili volani per la creazione di posti di lavoro. Sono inoltre state condivise le linee di sviluppo urbanistico/territoriale con il comune denominatore dell’interesse generale per la collettività, ponendo come punto fermo la salvaguardia dei suoli attualmente non edificati. Il documento redatto è stato quindi condiviso e concluso con l’approvazione dei partecipanti.
Le proposte di edificazione, come peraltro chiarito dall’amministrazione stessa, non sono invece pertinenti in questa fase del PGT perché di interesse particolare e comunque possono essere presentate secondo le ordinarie sedi di approvazione dei piani di lottizzazione presso gli uffici comunali competenti.
“Sicuramente non ci può trovare d’accordo la proposta di edificare terreno oggi incolto o coltivato o addirittura rinaturalizzato, tra l’altro proprio accanto all’enorme area Siltal dismessa su cui invece il rappresentante di BCS proporrebbe di recuperarlo in parte a verde secondo una logica davvero inaccettabile di costruire su un terreno fertile e bonificare invece del suolo già compromesso, un controsenso ambientale e anche economico che da un imprenditore non ci saremmo aspettati”.
Le associazioni colgono anche l’occasione per ricordare che le destinazioni d’uso dei suoli non sono scelte dai singoli proprietari ma provengono dal bilanciamento degli interessi generali con quelli privati, operato – ci si augura – in modo trasparente e ragionevole dall’amministrazione comunale in sede di approvazione del proprio strumento urbanistivo generale (PGT) e secondo quanto espresso dai Tavoli di partecipazione.

Humus in Fabula e Legambiente Terre di Parchi

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Bilancio 2013

2013 Raccolta fondi – Disimballati
Al fine di poter realizzare l’evento in merito alla sensibilizzazione sul tema della riduzione dei rifiuti e il riutilizzo dei materiali, programmato per il 14 e il 15 settembre 2013, é stata individuata dal Consiglio Direttivo dell’Associazione Humus in Fabula e  approvata dall’Assemblea dei soci, una raccolta fondi, durante l’evento stesso. Si rende necessaria in quanto l’evento in oggetto, a bilancio preventivo é stato valutato economicamente impegnativo, in quanto i fondi provenienti da Fondazioni o altre fonti (GAS o privati) quest’anno non sono prevedibilmente sufficienti a coprire le spese da sostenere.
Nello specifico é stato organizzato nel tardo pomeriggio delle due giornate della manifestazione un aperitivo biologico a cura de il Pranzo di Babele, un servizio di catering multiculturale, per il quale sono stati acquistati dall’associazione birra di produzione artigianale (del Birrificio Geco di Cornaredo), pane, formaggi, caffé, bevande e vari articoli alimentari e sono state raccolte offerte dai numerosi partecipanti alla manifestazione per un totale di 2.910,50€.
Le spese sostenute dall’associazione ammontano a 1.912,58€, nel dettaglio sono state a 659,63€ per la birra, 66,75€ per i formaggi (Az. Agr. Rivolta), 56,26€ per ortaggi (Az. Agr Cuneo), 52€ per il pane (Coop. Kairos), 36,4€ per il caffé (Cooperativa Raggio Verde), 525,00€ per il servizio di catering de il Pranzo di Babele, per articoli alimentari 299,65€ (presso Esselunga), 124,39€ per stoviglie in materbi (Equanet), 12,7€ per vino (La locanda), 35,5 per carne (Macelleria Sesia)  e di  44,3€ per il pagamento  e trasmissione della notifica sanitaria per la somministrazione temporanea di alimenti e bevande.
I proventi della raccolta fondi sono stati interamente destinati alle spese relative alla manifestazione (il rendiconto finanziario e il registro dei flussi di cassa riportano l’elenco completo).

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Bilancio 2012

2012 Relazione raccolta fondi – Disimballati

È stata individuata dal Consiglio Direttivo dell’Associazione Humus in Fabula una raccolta fondi, durante l’evento stesso. Si rende necessaria in quanto l’evento in oggetto, a bilancio preventivo é stato valutato economicamente impegnativo, in quanto i fondi provenienti da Fondazioni o altre fonti (GAS o privati) quest’anno non sono prevedibilmente sufficienti a coprire una parte sufficiente delle spese da sostenere. Nello specifico é stato organizzato nel tardo pomeriggio delle giornate della manifestazione (15 e 16 settembre) un aperitivo biologico a cura de I Fontanili, Rete Gruppi Acquisto Solidale SudOvest Milano, per il quale sono stati acquistati dall’associazione 8 fusti di birra di produzione artigianale (del Birrificio Geco di Cornaredo), vino (presso Bread srl di Vigevano), pane, formaggi (Az. Agr. Rivolta di Abbiategrasso) e caffé (Cooperativa Raggio Verde di ) e sono state raccolte offerte dai numerosi partecipanti alla manifestazione per un totale di 1.641,50€. (Le spese sostenute dall’associazione sono state a 765,00€ per la birra, 32,32€ per i formaggi , 28,50€ per il vino, 160,08€ per il pane e 65,59€ per il caffé e di 33,60€ per il pagamento della notifica sanitaria per la somministrazione temporanea di alimenti e bevande, per un totale di 1085,19€). I proventi della raccolta fondi sono stati interamente destinati alle spese relative alla manifestazione (il rendiconto finanziario e il registro dei flussi di cassa riportano l’elenco completo).

2012 Relazione raccolta fondi – Iridescenti sapori

Al fine di sostenere e poter realizzare le attività previste per il 2012, anche quest’anno é stata proposta dal Consiglio Direttivo e organizzata dell’Associazione Humus in Fabula come evento di raccolta fondi, una cena in occasione della giornata per il risparmio energetico (18 febbraio).
E’ stata promossa tra soci, simpatizzanti e i cittadini di Abbiategrasso e comuni limitrofi, come occasione per condividere esperienze su energie rinnovabili e risparmio energetico, con il contibuto di Legambiente, argomenti rilevanti e cari all’Associazione.
La cena é stata organizzata presso il Circolo cooperat. Di Robecco S/N e sono state raccolte: offerte per magliette (€10,00), iscrizioni da parte di 14 nuovi soci (€140,00) e offerte per partecipazione alla manifestazione (1.080,00€); le spese sostenute: 247,12€ per acquisto materie prime per la cena, 150,00€ di affito sala e 500€ di compenso e contributi per il cuoco).
I fondi raccolti sono quindi stati di 332,88€ e verranno utilizzati interamente per finanziare gli eventi che Humus in fabula di impegna a realizzare sul territorio per per promuoverne i valori, in particolare per la Ciclica Contadina 2012 e per  Disimballati 2012.
(I prodotti alimentari sono stati forniti da I Fontanili, Rete Gruppi Acquisto Solidale SudOvest Milano, e acquistati presso L’Acacia di Abbiategrasso (alimenti biologici).

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Bilancio 2011

2011 Relazione raccolta fondi – Iridescenti sapori

Al fine di sostenere e poter realizzare le attività previste per il 2011 (in particolare il Cineforum “Pugni in tasca”, iniziativa culturale per la prima volta organizzata dall’Associazione, e l’edizione di quest’anno di “Disimballati”) é stata proposta dal Consiglio Direttivo e organizzata dell’Associazione Humus in Fabula come evento di raccolta fondi, una cena in occasione della giornata per il risparmio energetico (19 febbraio).
E’ stata promossa tra soci, simpatizzanti e i cittadini di Abbiategrasso e comuni limitrofi, come occasione per condividere esperienze su energie rinnovabili e risparmio energetico, argomenti rilevanti per l’Associazione, con il contibuto e la presenza di rappresentanti di Legambiente e artisti.
La cena é stata organizzata presso il Circolo cooperat. Di Robecco S/N e sono state raccolte offerte per 1520,00€. (Le spese sostenute dall’associazione per affitto dello spazio e cucina (€150,00), per il cibo e bevande (€439,50) e lavaggio tovaglie (€55,08) state di 494,58€).
I fondi raccolti sono quindi stati di 1025,42€.
(I prodotti alimentari sono stati forniti da I Fontanili, Rete Gruppi Acquisto Solidale SudOvest Milano, e acquistati presso L’Acacia di Abbiategrasso, secondo la disponibilità di prodotti di stagione e biologici).

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

2011 Relazione raccolta fondi – Disimballati

Al fine di poter realizzare la giornata di sensibilizzazione sul tema della riduzione dei rifiuti, programmata per il 17 settembre 2011, sono state individuate dal Consiglio Direttivo dell’Associazione Humus in Fabula due modalità collaterali di raccolta fondi, strettamente legate a tale evento. Queste si rendono necessarie in quanto l’evento in oggetto, a bilancio preventivo é stato valutato economicamente impegnativo, in quanto i fondi provenienti da Fondazioni o altre fonti (GAS o privati) quest’anno non sono prevedibilmente sufficienti a coprire tutte le fonti di spesa.
Nello specifico sono state organizzate:
• una cena che ha preceduto di una settimana l’evento (il 10 settembre 2011) durante la quale sono stati invitati a prendere parte soci e simpatizzanti per condividere obiettivi della manifestazione e per poter raccogliere i fondi necessari allo svolgimento delle attività programmate durante la manifestazione.
La cena é stata organizzata presso il Circolo di via Cortazza e sono state raccolte offerte per 608,00€.
(Le spese sostenute dall’associazione per lo spazio messo a disposizione, per il cibo e la cucina sono state di 568,00€).
• durante la manifestazione, nel tardo pomeriggio del 17 settembre, un aperitivo biologico a cura de I Fontanili, Rete Gruppi Acquisto Solidale SudOvest Milano, durante il quale sono stati acquistati dall’associazione 4 fusti di birra di produzione biologica (del Birrificio Orso Verde) e sono state raccolte offerte dai numerosi partecipanti alla manifestazione per un totale di 815,50€.
(Le spese sostenute dall’associazione, oltre a 360,00€ per la birra, sono state di 33,60€ per il pagamento della notifica sanitaria per la somministrazione temporanea di alimenti e bevande). I proventi della raccolta fondi sono stati interamente destinati alle spese relative alla manifestazione (il rendiconto finanziario e il registro dei flussi di cassa riportano le’elenco completo). In particolare sono stati necessari 1314,00€ per poter finanziare lo spettacolo “LABEL, questione di etichetta” e poter pagare i diritti alla SIAE realtivi a questo evento, realizzato in prima serata, subito dopo l’aperitivo.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Bilancio 2010

contatti
info[at]humusinfabula.org
http://www.analisi-reichiana.it/site01/images/stories/facebook_logo.png
Se vuoi essere informato circa le nostre iniziative scrivici e sarai inserito nella mailing list.
passati di qui
  • 9Oggi:
  • 36585Totale visitatori:
  • 30 marzo 2013Dal: